Dermatologia
Servizio Privato di Dermatologia

A proposito di...  Peeling 

Acne

Dermatite da contatto

Videodermatoscopia

Peeling

Biostimolazione

La videodermatoscopia (VD) è una tecnica diagnostica non invasiva che consente, mediante l’uso di una sonda ottica, la visione diretta della cute su un monitor ad ingrandimenti variabili. Le immagini così ottenute possono essere immagazzinate, mediante appositi software, in un personal computer ed utilizzate per ulteriori valutazioni o per la comparazione delle immagini in occasione di controlli a distanza di tempo (follow-up in pazienti con elevato numero di nevi e/o con lesioni melanocitiche moderatamente atipiche).




La VD è utilizzata principalmente per lo studio delle lesioni pigmentate della cute (nei) mediante la tecnica dell’epiluminescenza (tecnica dermatoscopica che consiste nella frapposizione tra lo strumento e la cute di un liquido trasparente (olio, acqua, alcool) e di un vetrino); in tal modo, si ottiene una migliore visualizzazione delle strutture presenti nella cute. Recentemente, i nuovi sistemi a luce polarizzata permettono di ottenere gli stessi risultati senza l'applicazione del liquido.

La VD è attualmente riconosciuta come uno strumento molto valido per la diagnosi differenziale tra lesioni pigmentate melanocitarie (nei) e non melanocitarie (lesioni vascolari, infettive, alcuni tumori cutanei); in particolar modo, tra lesioni melanocitarie benigne (nei) e maligne (melanoma). La necessità di sottoporre un paziente ad esami periodici deriva da una duplice esigenza di cui la prima è quella di monitorare un soggetto che presenta significativi fattori di rischio per lo sviluppo di un melanoma (e.g. storia personale o familiare di melanoma, elevato numero totale di nevi, pregresse ustioni, etc), e la seconda è quella di osservare l'evoluzione nel tempo di singole lesioni melanocitiche moderatamente atipiche, ma non tali da sospettare un melanoma.

La VD è utilizzata anche nella diagnosi e nel follow-up di lesioni non pigmentate della cute. Più recentemente il suo utilizzo è stato esteso alla diagnosi non invasiva delle parassitosi cutanee e delle alopecie.

 

Principali indicazioni della dermatoscopia

 

Lesioni pigmentarie della cute:

- Mappatura dei Nevi
- Diagnosi e prevenzione del Melanoma
- Cheratosi seborroica


• Diagnosi non invasiva di alcune precancerosi ed epiteliomi cutanei (Carcinoma basocellulare)

• Diagnosi non invasiva delle Parassitosi cutanee


- Scabbia (Sarcptes Scabiei)
- Pediculosi: P.capitis, P.Pubis,


•  Diagnosi e follow-up di alcuni tipi di alopecie e patologie dei capelli (Alopecia Areata, Alopecia Androgenetica, Alopecia cicatriziale, Tricotillomania)

• Valutazione di specifici pattern vascolari (Psoriasi)

 

Fonti
Micali G, Lacarrubba F, Massimino D, Schwartz RA.
Dermatoscopy: alternative uses in daily clinical practice. J Am Acad Dermatol. 2011 Jun;64(6):1135-46. Epub 2011 Feb 3. Review.

 

last update: 25 agosto 2012