Servizio privato di Terapia del dolore cranio cervico-mandibolare

A proposito di DCCM

 Diagnosi

 

 

Allo screening per i DCCM si dovrebbe dedicare una parte essenziale dei controlli odontoiatrici e medici di routine.

Una BREVE VALUTAZIONE di screening può comprendere:

 

BREVE STORIA del dolore della mascella, mal di testa, mal di collo, rumori all'articolazione mandibolare, arresto o blocco della mandibola, lesioni alla mandibola, testa, collo e su DCCM pregressi oppure altri trattamenti del dolore oro-facciale.

 

Lo screening può includere la valutazione della misura dell'apertura della mascella e dei movimenti laterali, di eventuali deviazioni, la palpazione (pressione esercitata con le dita) di articolazione, mandibola, muscoli della testa e del collo per localizzare le aree dolorose e identificare rumori articolari.

Può esser eseguita anche una valutazione delle gengive, dei tessuti molli della bocca e dei denti, prendendo nota di eventuali malattie, di un'eccessiva usura dei denti e della simmetria generale della mascella,del viso e della testa. Qualora vengano individuati dati significativi per i DCCM, bisognerebbe approfondire l'anamnesi con dati più completi e nuovi esami clinici mirati.

 

Una VALUTAZIONE GLOBALE dei DCCM può includere:

 

STORIA COMPLETA di tutti i sintomi che riguardano mandibola, testa, collo, l'anamnesi con riferimento alla sfera odontoiatrica, nonché a quelle personale, familiare e psicologica.


Esame fisico completo di Articolazione CCM, rachide cervicale, muscoli della mandibola, testa e collo, strutture neurologiche e neurovascolari di denti, gengive, e tessuti duri e molli del cavo orale.


Quando indicato:
valutazione psicologica,compresa una breve intervista e dei test.


Esami aggiuntivi: compresi raggi X e la diagnostica per immagini, biopsie, esami del sangue, delle urine, test neurologici e iniezioni di diagnostica.

 

Articolazione mandibolare
all'esame tomografico (TAC)

Articolazione mandibolare
alla Risonanza Magnetica

 

 

[traduzione della sezione "Informazioni per i pazienti" del sito dell'American Academy of Orofacial Pain]


 

last update: 3 febbraio 2010